Cumannanti Giuliano

Uscito ad Ottobre del 2015, il primo libro di Grazia Capone autrice messinese trapiantata sul Tirreno di Gioiosa Marea, tratta di uno dei personaggi più controversi della storia siciliana.

Il libro si può acquistare qui, al costo complessivo di 10,00 comprensivo di spese, inviando un messaggio  con nome cognome ed indirizzo di spedizione a questo numero: 340 6574542

Il libro tratta della storia controversa e misteriosa di Salvatore Giuliano,  bandito gentiluomo che ebbe un ruolo chiave nella storia del separatismo siciliano e di quel dopoguerra, in cui in Sicilia, avvenne una forte ribellione verso lo stato centrale.

Giuliano è morto da bandito. Altri, che hanno congegnato le stragi, che hanno ucciso nel modo più barbaro, senza sporcarsi le mani, senza legge e senza Dio, occupano i nomi delle nostre strade e i nostri libri di storia.
È per questo che chiediamo a gran voce il ripristino della verità. Le carte segrete – i nomi dei colpevoli – devono uscire finalmente fuori, alla luce del sole.
Devono essere banditi.

Sono morto, sono vivo? Ho vissuto come in un sogno, e la morte è stata la mia sola compagna. Forse morire è tornare, forse morire è svegliarsi da questo mio incubo senza fine. Perché io non sono nulla di ciò che dicono. Io sono stato catturato, e legato, mani e piedi, come un prigioniero, dalla storia. Io sono una storia che deve ancora iniziare e che tornerà in un angolo del mondo, con la mia faccia, con i miei pensieri, con ciò che ero, ciò che poteva essere e che non fu. La mia anima qui rimane, fantasma eccellente, appesa alla nostalgia di una vita mai iniziata.